“Se potessi avere mille lire al mese…” Erano il sogno di tanti italiani alle prese con i problemi della recessione mondiale del post ‘29.

 

 

 

 

 

 

 

 

Le 500 lire con le bandierine controvento del 1957.

Fior di conio hanno una quotazione di 7.500 euro.

 

Le 500 lire d'argento

 

       I pochi tentativi di mettere in circolazione monete metalliche, con una piccola parte di contenuto prezioso (le 500 lire “delle caravelle”), si rivelarono sempre clamorosi insuccessi. Il valore intrinseco delle monete in breve tempo finiva con il superare il loro valore nominale, rendendole così preda di piccoli e grandi incettatori. Addirittura, si sospettò che in alcuni momenti le piccole monetine di italma (una lega poco nobile di alluminio e magnesio) sparissero dalla circolazione perché utilizzabili con profitto come materia prima da mai identificate fabbriche di bottoni.

Le prime 500 lire del 1957 con la scritta PROVA, coniate in 1.004 esemplari e date in omaggio ai parlamentari, avevano la peculiarità di avere raffigurate le bandierine degli alberi maestri delle caravelle, orientate controvento, quindi in senso opposto rispetto a quelle degli esemplari normali.

 

 

Per te abbiamo risparmiato,

per te abbiamo lavorato,

ti abbiamo collezionato,

siamo divenuti numismatici,

… sei stata

la compagna della nostra vita,

ti abbiamo voluto bene.

Ci mancherai!

 

 

Sito Web: http://astraziati.jimdo.com