Scandicci è un comune della Toscana in Provincia di Firenze.

Il comune si estende su 59,6 Kmq e comprende oltre 50.000 abitanti.

Santo Patrono di Scandicci: San Zanobi, festa il 10 maggio.

 

Il comune di Scandicci è situato a 47 metri d’altitudine ed ha le seguenti coordinate geografiche

 

43° 45' 13'' Nord, 11° 11' 21'' Est

 

  

 

 

 

“SCANDICCI”...

 

LA CITTA  DI PRESTIGIO !

    

Perché un sito relativo alla città di Scandicci (FI).

 

L’arte fotografica è uno strumento efficace per diffondere immagini, rappresentare sensazioni, trasmettere sentimenti !

Il sito è un mezzo necessario per far conoscere al mondo intero le bellezze di un luogo come il territorio del Comune di Scandicci.

L’autore è un fotoamatore orgoglioso di vivere a Scandicci, che apprezza e stima, impegnato in numerose associazioni con finalità solidali e culturali, che desidera, con le foto dedicate a Scandicci …“Città di Prestigio”, cooperare a valorizzare e a risaltare le caratteristiche della gradevole, accogliente città e del suo territorio.

Il padre dell' autore è nato nello storico agglomerato  di "Casellina e Torri", originale nome del paese di Scandicci fino al 1929, estrema periferia di Firenze.

Le fotografie, scattate con entusiasmo e passione, descrivono la ricca evoluzione del Comune più popolato dell’area fiorentina, con i particolari del centro, il suggestivo scenario dei quartieri e il paesaggio delle colline che lo circondano.

Il processo di urbanizzazione, con l’aumento demografico, ha portato Scandicci ad espandersi fino ad unirsi alla periferia Fiorentina.

Sono state realizzate nuove infrastrutture, luoghi pubblici di aggregazione, nuove aree pedonali, numerose attività e servizi di interesse cittadino.

La città si contraddistingue per l’ottima vivibilità, le famiglie sono soddisfatte di abitarci e, tenuto conto del contesto, essa sarà anche un punto di riferimento  per le future generazioni.

La programmazione di numerosi eventi di socializzazione, la molteplice e interessante offerta culturale, caratterizzano la città ed i cittadini vi vivono non solo come semplici spettatori, ma anche da protagonisti.

L'intensa e buona attività della pubblica amministrazione ha favorito l’ingresso nella città di Scandicci di numerosi cittadini provenienti dal centro storico di Firenze, ben collegato dalla tramvia.

 

Adolfo Straziati

   

Adolfo Straziati

Mail: a.straziati@alice.it

Sito Web: http://astraziati.jimdo.com

Sito Web: http://astraziati.jimdo.com

 

 

Storia di “Scandicci”

 

Il nome di Scandicci deriva dal verbo latino scandere (salire) ad indicare l’originale borgata in collina, l'attuale Scandicci Alto.

 

Nel 1774 con la riforma leopoldina si costituisce la comunità di Casellina e Torri che riunisce le leghe di Casellina (tutta la piana di Settimo) e Torri (Pian de' Cerri, San Vincenzo e la Romola).

 

Nel 1869/'97 Viene costruita Piazza Piave (1876) il Palazzo Comunale e la Piazza Matteotti (1879).

 

Nel 1929 Per motivi di sicurezza viene modificato il corso della Greve: nasce l'attuale Piazza Marconi.

 

Nel 1963/'65, sono gli anni della vera ondata di immigrazione.

A Scandicci arrivano numerose nuove famiglie, soprattutto dalle campagne e da Firenze.

Vengono costruiti interi quartieri lungo le direttrici di via Pisana e di via Roma.

Il censimento del 1961 parla di 18.000 abitanti, quello del 1971 di 47.000.

 

 

  “Via G. Pascoli”

 

Il più ampio progetto di riqualificazione

 

dell’asse urbano centrale.

 

Nuovo cuore pulsante di Scandicci.

 

 

 

 

 

 

 

 

"IL SOLE"

 

OPERA DELL'ARTISTA      "AZIZ FUAD"

DELLA CITTA' DI ABRIL IN KURDISTAN

"IL SOLE"

                          Sandro Fallani Sindaco dal 2014

                      alla inaugurazione della nuova Coop        

                                 lunedì 07/03/2016

                    Via Masaccio, nel quartiere di Vingone

                                           Scandicci (FI) 

 

Simone Gheri Sindaco 2004-2014

 

alla mostra dedicata al “Ghirlandaio”

 

nella meravigliosa sede del

 

Castello dell’Acciaiolo

 

Scandicci (FI)

 

 

 

Omaggio alla città di

 

Scandicci

 

Nel contesto dell'oggi e dell'ieri

si propone la citta' di Scandicci

Antiche radici, salde e buone origini

di stirpe contadine in prevalenza

Doti umane rilevanti degli umili vanto

Arrivato negli anni il progresso a passi

da gigante, ha coinvolto la citta' di

Scandicci. Da citta' dormitorio

all'espluà dell'oggi divenuta attiva

da poterla chiamar

"Metropoli Viva"

Sviluppo positivo in tanti sensi

ne han cambiato il volto e le

le coscienze dei piu' colti cittadini,

e i meno che possono elevar le

proprie menti e godere del progresso

che c'è stato.

Nel grande parco riscoperto, recente

I deliziosi giardini fonte di incontri

E' bello socializzare con persone

rispettando le loro ideee il colore della pelle

godere di spettacoli all'aperto, recitazione

musica, mostre importanti e di Antiquariato

La Fiera di Scandicci – Arti visive e sport...

Condividere il tutto con le fasce piu' disadattate

Grande supporto i volontariati

Da qualunque idea siano essi nati

Grazie alle amministrazioni comunali

per tutte le innovazioni in prospettiva

curati da illustri personaggi contattati,

porteran nel futuro cose grandi

Il grande progresso Europeo porta

apprensione, il futuro incerto...

Ma...la vita scorre a tutto tondo!

Ricordo la citta' di Scandicci dell'ieri...

Vita semplice, con poche cose, ma sereni

E forse piu' amore nelle case...

 

“Giuliana Filindassi Bartolini